Com'è fatto

19 febbraio 2013

X-LAM : IL LEGNO DEL FUTURO

L’X-lam è realizzato sovrapponendo ed assemblando, in maniera incrociata, 3,5 o 7 strati di lamellare di abete rosso certificati PEFC. Tale sigla garantisce che la materia prima utilizzata deriva da un’economia forestale ecologica, economica e socialmente responsabile.
La disposizione incrociata delle lamelle permette di ridurre a valori trascurabili i fenomeni di ritiro del pannello, aumentandone notevolmente la resistenza statica e la stabilità dimensionale.
Per la realizzazione degli elementi in legno massiccio si impiega esclusivamente legname essiccato con un’umidità del 12% (+/- 2%) escludendo così il pericolo di attacco da parte di parassiti, funghi o insetti.
Tutte le assi utilizzate vengono sottoposte a severi controlli della qualità e i vari strati vengono assemblati mediante collanti PRIVI DI SOLVENTI e DI FORMALDEIDE.
I pannelli vengono poi tagliati con macchine ad elevata tecnologia seguendo il progetto esecutivo redatto dai nostri Tecnici sulla base del progetto architettonico del Cliente.

IN EVIDENZA

Meglio il Telaio o l'xLam?

Quotidianamente ci sentiamo rivolgere questa domanda.
La risposta non può essere categorica, ma deve essere valutata caso per caso.
Un moderno telai..   [Dettaglio]